Costruita nel 1864/66 su progetto di Giuseppe Morando, in una conca scavata nel colle del Cardeto per maggiore protezione, era uno dei due più capienti depositi di polvere sparo della città (poteva contenerne fino a 200mila kg).
Ha pianta rettangolare, con un grande salone centrale ed ai lati corridoi laterali, con dimensioni di circa 26×13 metri.
Murature a vista in laterizio e pietra d’Istria, dotate di numerosi oblò circolari per assicurare una adeguata ventilazione tesa a conservare asciutta l’atmosfera interna e le polveri depositate.
Restaurata nel 2000 dall’Amministrazione comunale, è ora sede di un auditorium ed utilizzata per attività espositive (come appunto il nostro Ancona Foto Festival)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.